Project Description

IN COSA CONSISTE

Negli ultimi anni risulta sempre più evidente la necessità della presenza di un riabilitatore propriocettivo in uno studio otorinolaringoiatrico. I pazienti con acufeni somatosensoriali, con vertigini da tensione dei muscoli cranio-cervico-facciali o con esiti di patologie centrali (ictus, neoplasie, ecc), oppure con ipoacusia da disfunzioni tubariche o affetti da disfonia o disturbi della deglutizione atipica richiedono un trattamento di riabilitazione propriocettiva altamente specialistico. Si tratta di protocolli particolari che si basano soprattutto sulla necessità di stimolare le strutture artrodiali, scheletriche, miofasciali, linfatiche, vascolari e neurali. Il cardine della riabilitazione propriocettiva è la terapia manuale funzionale con manipolazioni molto lente, a bassa ampiezza di movimento. Le mani del terapista si spostano nella stessa direzione della restrizione dei tessuti. In questo modo, tramite un meccanismo d’inibizione neuromuscolare, i tessuti si rilasciano e vengono ripristinati il movimento e un tono muscolare fisiologico. Il terapista propriocettivo lavora in stretta collaborazione anche con il riabilitatore vestibolare nel trattamento di pazienti vertiginosi e con disturbi della postura e della deambulazione. Particolarmente indicata è la sua azione nella terapia fisica delle paralisi facciali e nelle distonie focali.

MODALITÀ E FASI DEL TRATTAMENTO

La RV richiede la presenza di personale specializzato che sottopone il paziente a esercizi basati inizialmente sull’utilizzo del corpo, utilizzando strumenti semplici e in fase successiva con l’ausilio del computer. Il percorso che viene proposto è costituito da:

  • Valutazione integrata otorinolaringoiatrica e riabilitativa, con esami della funzione uditiva e vestibolare e test specifici propriocettivi

  • Protocollo riabilitativo propriocettivo, che comprende (in base alla patologia da trattare).

  • Programma associato di fisioterapia manuale funzionale e miofasciale per la decontrazione dei muscoli cranio-cervico-facciali in pazienti con vertigini da tensione cranio-cervicale, cefalea muscolo-tensiva o acufeni somatosensoriali

  • Protocolli integrati per le patologie neuromuscolari (distonie, morbo di Parkinson, paralisi del n. facciale, sclerosi multipla, …)

DURATA DEL TRATTAMENTO

La Riabilitazione propriocettiva viene eseguita con una frequenza e una durata che sono strettamente legate alla patologia e alla specifica sintomatologia del paziente. In genere si effettua un minimo di dieci sedute, una o due volte a settimana, della durata di cinquanta minuti ognuna.

PROFESSIONISTA

Dott.ssa Alice Guizzetti

ORARI AMBULATORIO

Lunedì – Venerdì 16:00 – 19:00
Sabato Chiuso
Domenica Chiuso

 06 7049 0064